CookiesAccept

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici per una tua migliore esperienza di navigazione.

Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

 

La presente ‘Cookie Policy’ (la nostra politica relativa all’uso di cookie) viene applicata a tutti i siti internet, alle pagine“brandizzate” su piattaforme di terze parti (ad esempio, Facebook o YouTube), e alle applicazioni a cui si fa accesso o che vengono utilizzate attraverso tali siti internet o piattaforme di terze parti (‘Siti 4Timing’) che siano condotte da o per conto del gruppo di società 4Timing Spa.

Facendo uso dei Siti 4Timing, si acconsente al nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie in questo modo, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare i Siti 4Timing. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo, ciò potrebbe influenzare l’esperienza dell’utente mentre si trova sui Siti 4Timing.

La tabella riportata di seguito riepiloga i diversi tipi di cookie che utilizziamo sui Siti 4Timing, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).

Cosa sono i cookie?

I cookie sono file informatici o dati parziali che possono venire salvati sul vostro computer (o altri dispositivi abilitati alla navigazione su internet, per esempio smartphone o tablet) quando visitate un Sito 4Timing. Di solito un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene, la ‘durata vitale’ del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul vostro dispositivo), ed un valore, che di regola è un numero unico generato in modo casuale.

Per cosa usiamo i cookie?

Noi utilizziamo i cookie per rendere l’uso dei Siti 4Timing più semplice e per meglio adattare sia i Siti 4Timing che i nostri prodotti ai vostri interessi e bisogni. I cookie possono anche venire usati per aiutarci a velocizzare le vostre future esperienze ed attività sui nostri Siti. Inoltre usiamo i cookie per compilare statistiche anonime aggregate che ci consentono di capire come le persone usano i nostri Siti e per aiutarci a migliorare la struttura ed i contenuti di questi Siti. Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni.

Che tipi di cookie usiamo?

Tae tipi di cookie possono venire usati sui Siti 4Timing – ’session cookies’ e ’persistent cookies’ e ‘Analytics cookies’. I ‘session cookies’ sono cookie temporanei che rimangono sul vostro dispositivo fino al momento in cui lasciate il Sito 4Timing. Un ‘persistent cookie’ rimane sul vostro dispositivo per molto più tempo o fino a quando lo cancellate manualmente (quanto tempo il cookie rimane sul vostro dispositivo dipenderà dalla durata ovvero ‘durata vitale’ del cookie in oggetto e dalle impostazioni del vostro browser). Gli ‘Analytics cookies’ sono cookie di terze parti, generati da Google Analytics per analizzare i flussi di traffico sui Siti 4Timing; tali cookies forniscono informazioni anonime e aggregate sul numero di visitatori del sito web, sui percorsi maggiormente utilizzati dagli utenti e su quali pagine del sito si fermano più di frequente. Inoltre

  • non registrano profili identificativi dei singoli utenti
  • non seguono le attività degli utenti seguono nel corso della loro navigazione.

Alcune delle pagine che visitate possono anche raccogliere informazioni mediante ‘pixel tags’ (conosciuti anche con il nome ‘clear gifs’) che potrebbero venire condivisi con terze parti che assistono in modo diretto le nostre attività promozionali e lo sviluppo dei siti internet. Per esempio, informazioni sull’uso dei siti internet relative alle persone che visitano i Siti 4Timing possono venire condivise con la nostra agenzia pubblicitaria terza per mirare i banner pubblicitari sui nostri siti internet in modo ottimale. In ogni caso, le informazioni non sono personalmente identificabili, anche se potrebbero venire agganciate ai vostri dati personali.

Cookie utilizzati sui Siti 4Timing

In caso di bisogno, ulteriori informazioni specifiche sono disponibili cliccando sui link sottostanti (a destra nelle tabelle).

Tipo di Cookie Che cosa fanno? Questi cookie raccolgono i miei dati personali / mi identificano?
Necessary Questi cookie sono essenziali per il corretto funzionamento dei siti 4Timing, consentono alle persone di navigare sui nostri siti internet e di sfruttarne le caratteristiche. Questi cookie non ti identificano come individuo.Se non si accettano questi cookie, la resa del sito internet, o sezioni dello stesso, potrebbe risultare impattate
Analytics Questi cookie ci aiutano a capire come gli utenti interagiscono con i nostri siti internet fornendoci informazioni aggregate relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, e qualsiasi questione che sia emersa, per esempio un messaggio di errore. Questo ci aiuta a migliorare la resa dei nostri siti internet. Questi cookie non ti identificano come individuo. Tutti i dati vengono raccolti in forma aggregata ed anonima.
Funzionalità Questi cookie permettono ai nostri siti internet di ricordare le scelte che fate (per esempio, il vostro nome utente, la lingua prescelta o la regione in cui vi trovate) per fornirvi un’esperienza online più personalizzata. Possono anche consentire agli utenti di visualizzare i video, entrare nei giochi e interagire con gli strumenti sociali tipo blog, chatroom e forum. Le informazioni che vengono raccolte da questi cookie possono includere informazioni personali identificabili che avete fornito, per esempio il vostro nome utente o immagine del profilo. Saremo sempre trasparenti nei vostri confronti in merito a quali informazioni raccogliamo, l‘uso che ne facciamo e con chi le condividiamo.Se non si accettano questi cookie, la resa e funzionalità del sito internet potrebbe risultare impattate e l’accesso ai contenuti del sito potrebbe venire limitata.

Facciamo uso di cookie di terze parti?

Facciamo uso di fornitori che possono altresì impostare cookie sul vostro dispositivo per nostro conto quando visitate i Siti 4Timing per consentirgli di erogare i servizi che stanno fornendo. Se desiderate avere ulteriori informazioni relative a questi cookie, insieme a informazioni su come evitare la ricezione di questi cookie, vi preghiamo di scrivere a info@4Timing.it.

Quando visitate i Siti 4Timing potreste ricevere cookie da siti internet o domini di terze parti. Noi ci sforziamo per identificare questi cookie prima che vengano utilizzati in modo da permettervi di decidere se desiderate accettarli o meno. Ulteriori informazioni relative a questi cookie potrebbero essere disponibili sul sito internet della terza parte in questione.

Come posso controllare o cancellare i cookie?

La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookie in modo automatico. Potete modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per avvertirvi che dei cookie vengono mandati al vostro dispositivo. Esistono svariati modi per gestire i cookie. Puoi accedere e disattivare i cookie presenti sui Siti NeWS aprendo il tuo browser e selezionando:

  1. Per Google Chrome: Impostazioni -> Mostra Impostazioni avanzate -> Privacy -> Impostazioni di contenuti. Da questa schermata è possibile agestire le politiche di accettazione dei cookies e rimuovere i singoli cookies
  2. Per Mozilla Firefox: Strumenti -> Opzioni -> Privacy. Da questa schermata è possibile attivare il blocco del tracciamento, e rimuovere i singoli cookies
  3. Per Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona a forma di ingranaggio in alto a destra e poi -> Opzioni Internet -> Privacy. . Da questa schermata è possibile agestire le politiche di accettazione dei cookies e rimuovere i singoli cookies. Per rimuovere il tracciamento, invece, tracciamento internet explorer.
    Facciamo uso di fornitori che possono altresì impostare cookie sul vostro dispositivo per nostro conto quando visitate i Siti 4Timing per consentirgli di erogare i servizi che stanno fornendo. Se desiderate avere ulteriori informazioni relative a questi cookie, insieme a informazioni su come evitare la ricezione di questi cookie, vi preghiamo di scrivere a info@4timing.it.

Per disattivare il tracciamento dei cookie Analytics forniti dalla terza parte di Google (se hai un accounto google o Gmail), devi loggarti nel tuo account e raggiungere questo link: google account

Se disabilitate i cookie di cui facciamo uso, ciò potrebbe influenzare la vostra esperienza mentre vi trovate sui Siti 4Timing, per esempio potreste non essere in grado di visitare certe sezioni di un Sito 4Timing o potreste non ricevere informazioni personalizzate quando visitate un Sito 4Timing.

Se usate dispositivi diversi tra loro per visualizzare e accedere ai Siti Internet (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), dovrete assicurarvi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le vostre preferenze relative ai cookie.

Ulteriori informazioni specifiche

Sessione / temporanei Questi cookie vengono cancellati dal vostro dispositivo quando uscite dal sito internet.

Permanenti / persistenti Questi cookie non vengono cancellati dal vostro dispositivo quando uscite dal sito internet. Rimangono sul vostro dispositivo per un lasso di tempo maggiore.

PERFORMANCE
Cookie utilizzato: Che cosa fà? Quanto a lungo rimane il cookie sul vostro dispositivo? Dettagli sul cookie
Analitico / Tracking Fornisce informazioni anonime / aggregate su dove andate e cosa fate sui siti 4Timing e su altri siti internet. Persistente, sessione e terze parti NeWS usa i seguenti Cookie Analitici
  1. Google Analytics: Per ulteriori informazioni su Google Analytics cliccare qui, per disattivare i cookie, leggere più oltre
  2. WordPress Stats: Per ulteriori informazioni su WordPress Stats cliccare qui
 
FUNZIONALITA’
Social Media / condivisione (sharing) Vi permettono di condividere commenti / valutazioni / pagine / bookmark e vi aiutano a semplificare l’accesso ai social network e agli strumenti sociali su internet. Terze parti Add This: Per ulteriori informazioni su Add This cliccare qui
Facebook: Per ulteriori informazioni su about Facebook Connect cliccare qui e per ulteriori informazioni sui Facebook social plug-ins cliccare qui
Twitter: Per ulteriori informazioni su about Twitter Buttons cliccare qui e per informazioni su Twitter Badge cliccare quiYouTube: Per ulteriori informazioni su aboutYouTube cliccare qui
LinkedIn: Per ulteriori informazioni su LinkedIn cliccare qui
VARIE
Rich Media Sostengono vari e diversi elementi di funzionalità sui Siti 4Timinge sui siti associati, come la visualizzazione di video, l’uso di codici di coupon internet / applicazioni fedeltà e il download di musica. Persistente, sessione e terze parti YouTube: Per ulteriori informazioni su YouTube click here
Altro Sostengono vari e diversi elementi di funzionalità sui Siti 4Timing. Persistente, sessione e terze parti maps.google.com:  Per ulteriori informazioni su maps.google.com click here
JSESSIONID:  Per ulteriori informazioni su JESSIONID click here
Giovedì 21 Marzo 2019 | 

Esempio Operativo

trailer_5

LA STRATEGIA 4 TREND
La strategia 4Trend è la nostra strategia trend
following che ci fornisce indicazioni di acquisto e di
vendita sui singoli strumenti finanziari mettendoci
nelle condizioni di seguire le tendenze...[leggi tutto]
PIATTAFORMA ADVISORY
La piattaforma di analisi viene erogata a
professionisti che operano nell'ambito
della promozione/consulenza finanziaria
[leggi tutto...]

5 Giorni da non perdere

Scritto da Luca Mercogliano venerdì 30 Ottobre 2015

 

E’ credenza comune affermare che nel lungo periodo il mercato azionario guadagni sempre, correggendo eventuali “debacle” di periodo e riportando ogni volta i conti in ordine.

Figura 1

Nelle ultime settimane, in rete e su documenti di approfondimentofinanziario, si susseguono numerosi gli articoli, le tesi e i consigli di gestori ed esperti che richiamano a diversi studi accademici, inneggianti all’inazione e al rispetto

dell’impostazione temporale e allocativa del portafoglio strategico, anche in presenza di concitate fasi di elevata volatilità o di ritracciamento dai massimi livelli raggiunti. Insomma, sangue freddo e tenere le proprie posizioni.

Tali tesi vengono richiamate per allertare sul rischio (molto probabile) di effettuare delle movimentazioni tattiche che si rivelino immancabilmente errate in termini temporali. Ciò, con una conseguente perdita dei fatidici giorni più performanti che gli indici di borsa hanno da offrire all’investitore, che invece, incredulo nella capacità di automedicazione dei mercati, tende a seguire quello che il proprio istinto di sopravvivenza gli suggerisce: “fuggire dai pericoli”. 

Figura 2Nella consapevolezza dell’impossibilità di prevedere il momento ottimale per entrare o uscire da un determinato mercato (soprattutto in fasi di elevata volatilità come quelle degli ultimi periodi), la tesi del “mantenere le posizioni” acquisisce sempre maggior credito, e l’idea (corretta, per certi versi) che si fa strada nelle coscienze e si divulga ad investitori ed operatori di mercato è che, nel dubbio di un possibile intervento sbagliato in termini di timing, che porti a stare liquidi durante i migliori 5/10/15 giorni di performance, le ripercussioni sui rendimenti possano essere incredibilmente elevate; mentre restare sempre “investiti” consentirebbe di beneficiare delle tendenza di rialzo di lungo termine.

Figura 3

A conferma di questa tesi, vengono richiamati studi accademici che manifestano empiricamente quanto tale impatto possa essere considerevole in termini di performance. Uno fra tutti lo studio effettuato da H.Nejat Seyhun dell’università del Michigan che, nel suo "Stock Market Extremes and Portfolio Performance” del 1994, affermava come “analizzando 7,802 giorni di contrattazione dei 31 anni compresi tra il 1963 e il 1993, solo 90 giorni hanno generato il 95% di tutto il rendimento annuo dei mercati – una media di 3 giorni l’anno.” 

  

Questo principio di immobilità finanziaria sta ritornando prepotentemente in auge, soprattutto dal momento in cui i media di settore hanno iniziato a riportare che “le borse mondiali hanno superato i massimi storici di sempre”. Tuttavia, per quanto apparentemente fondato e strumentalmente dimostrato da un punto di vista matematico, questo principio tende a semplificare molto la realtà, portandoci inevitabilmente a dover effettuare alcune considerazioni in merito alla spendibilità dello stesso nella relazione con il cliente finale/l’investitore.

Figura 4

1. In primis, bisogna constatare come il riferimento utilizzato nelle simulazioni a conferma dell’approccio “buy&hold”, sia sempre e solo l’indice S&P500 (uno dei pochissimi, se non l’unico, indice azionario che abbia effettivamente recuperato dai suoi massimi storici del 2007), che può essere sì preso in considerazione come indice rappresentativo, ma non come benchmark del portafoglio del cliente, che da buon padre di famiglia, non si troverà mai ad investire la totalità dei propri risparmi su tale indice azionario.

Figura 52. Statisticamente si hanno le medesime probabilità di "bucare" i 10 giorni migliori del mercato, così come quella di perdersi i 10 giorni peggiori. Riprendendo le simulazioni riportate dai media ed analizzando cosa nascondesse l’altro lato della medaglia, i risultati scoperti si sono rivelati incredibili anche in questo caso... Se è vero, infatti, che mancare i 10 giorni di performance migliori comporta un importante spread negativo nei confronti di un semplice buy&hold (cfr. linea gialla vs. linea blu), è altrettanto vero che riuscire ad evitare i 10 giorni peggiori comporta uno spread positivo estremamente più elevato nei confronti di quest’ultimo (cfr. linea verde vs. linea blu). Evitare i giorni peggiori, dunque, è molto meglio che partecipare a quelli migliori. Come già ampiamente dimostrato, la perdita conta molto più del guadagno; sia in termini di performance che, non dimentichiamolo, relazionali.

Figura 6

3. Gli investimenti sono effettuati dagli esseri umani, che nel lungo periodo assistono, oltre al mutamento delle condizioni di mercato, anche al mutare della propria vita personale; ciò li porterà ad investire, disinvestire, apportare capitali in un settore piuttosto che in un altro in base alle vicissitudini e alle opportunità che nella vita di ognuno di noi si manifestano. Il tutto passando per tanti, tantissimi periodi incredibilmente più brevi di un ventennio o di un trentennio come quelli analizzati dal punto di vista accademico.

Inoltre, se si prendono in considerazione i fattori più influenti nelle scelte degli esseri umani – le passioni che ci muovono – bisogna ricordare quanto la finanza comportamentale si sia ampiamente espressa su tali argomenti sottolineando, empiricamente con ricerche ad-hoc, come mediamente gli investimenti vengano effettuati a ridosso dei massimi di mercato mentre i disinvestimenti vengano operati in prossimità dei minimi.

 

Anche assumendo, dunque, che il B&H funzioni (per l’ipotetico investitore che entri sul mercato al tempo T0 e riapra gli occhi dopo 20 anni per controllare le proprie posizioni) Figura 7nella realtà quotidiana questa affermazione si rivela quanto mai vacua, perché i vari ed inevitabili interventi effettuati nel corso del tempo porteranno, oltre a subire dei drawdown molto profondi, anche ad avere un prezzo medio di acquisto che per qualche lustro non riuscirà a riportare in positivo il bilancio dell’investitore.

Negli ultimi tempi, il riaffacciarsi dei programmi di pianificazione finanziaria a lunga scadenza sulla scena del risparmio gestito, riporta alla mente (e, ahinoi, anche alla realtà quotidiana) i vecchi programmi temporali di investimento definiti “lifecycle” che, per chi non li ricordasse, investono con un orizzonte temporale di lunghissimo periodo. Modificando le impostazioni del portafoglio ed i relativi pesi delle singole asset class, in funzione dell’età anagrafica dell’investitore e di ribilanciamenti periodici, normalmente questi programmi partono da un investimento sostanzialmente aggressivo negli anni della gioventù dell'investitore e arrivano via via a ridurre l’esposizione al rischio “canonico” sui comparti azionari in favore di un incremento dell’investimento su quelli obbligazionari, a prescindere dal contesto economico in cui tale operazione viene effettuata.

Sarà interessante seguire nei mesi a venire i risultati della conversione di tali portafogli su asset class per convenzione più “tranquille”, tra un aumento atteso dei tassi USA e una probabile crisi dei mercati emergenti…

Corsi & seminari

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Area Riservata